MONCLER DICE ADDIO ALLE PELLICCE

Il brand italiano interromperà l’acquisto di pelliccia già quest’anno: l’ultima collezione che include capi con pelliccia sarà quella per l’autunno-inverno 2023

 

 

Moncler eliminerà definitivamente le pellicce da tutte le proprie collezioni a partire dal 2023. A comunicarlo è stato la stessa azienda di origini francesi in una nota, in occasione del lancio della seconda edizione di “Moncler Born To Protect”. Si tratta di una collezione composta esclusivamente da materiali a basso impatto ambientale. Nylon, poliestere, cotone biologico, piuma certificata: tutto secondo specifici standard di sostenibilità. Una specie di assaggio, insomma, di quella che sarà una vera e propria rivoluzione.

 

Il Piano di Sostenibilità 2020/2025 di Moncler si focalizza su cinque priorità: cambiamenti climatici, economia circolare, catena di fornitura responsabile, valorizzazione della diversità e supporto alle comunità locali. Il brand guidato da Remo Ruffini è solo l’ultimo di una serie di marchi di lusso che hanno deciso di impegnarsi di più per tutelare l’ambiente. Gucci, Armani, Prada, Burberry, Versace e Micheal Kors sono solo alcuni nomi di aziende virtuose che hanno bandito le pellicce negli ultimi anni. Ma non è finita qui: entro il 2025 Moncler si pone l’obiettivo di aumentare il riciclo di materiali e scarti produttivi e di rendere il packaging dei propri prodotti interamente ecologico.

 

L’ultima collezione del marchio italo-francese con capi con pelliccia sarà quella per l’autunno/inverno 2023. Lo stop all’acquisto della materia prima, tuttavia, arriverà già da quest’anno. Una scelta coerente con quella dell’Italia: il nostro Paese, infatti, ha abolito gli allevamenti di visoni a partire dal 1° gennaio 2022. Almeno nel processo produttivo, insomma, nel nostro Paese le pellicce sono ormai bandite ufficialmente.

 

 

No Comments Yet

Lascia un commento

Your email address will not be published.