Burberry dice addio alla plastica e diventa Plastic Free

Obiettivo plastic free per Burberry entro il 2025: da qui a sei anni la griffe renderà riciclabile, riutilizzabile o compostabile il suo packaging.

Sono sempre di più le maison di moda che vogliono preservare l’ambiente che ci circonda e che, dicendo basta agli sprechi e allo sfruttamento degli animali, intendono sostenere delle tendenze green. Da oggi Burberry è una di queste.

La Maison britannica diretta da Riccardo Tisci, da sempre ha mostrato una grande attenzione verso l’universo green. Dopo che nel 2017 aveva annunciato che non avrebbe più utilizzato pellicce nelle sue collezioni, oggi ha raggiunto un nuovo traguardo in campo ecologico: a partire da questo momento seguirà la tendenza plastic free.

 

Burberry ha così aderito al progetto New Plastics Economy Global Commitment della Ellen MacArthur Foundation, il cui obiettivo è combattere lo spreco di plastica, riducendo al minimo l’inquinamento ambientale.

 

Tra le priorità del New Plastics Economy Global Commitment spiccano l’eliminazione di tutta la plastica non necessaria dal business model dei brand coinvolti, la pratica massiccia del riciclo e del riuso e lo studio di nuove metodologie per centrare al più presto questi obiettivi.

Già oggi Burberry ha tolto le lamine di plastica dalle sue shopping bag, dalle custodie dei vestiti e dai sacchetti, arrivando a usare 29 tonnellate in meno di questo materiale.

 

Entro fine 2019 farà un passo avanti, sostituendo la plastica negli appendiabiti, nelle coperture e nei sacchetti con materie eco-friendly.

Per inviare un messaggio ancora più forte, il brand ha recentemente lanciato una nuova confezione. Sono stati infatti creati imballaggi di carta con cellulosa vergine certificata FSC e fibra da tazze di caffè riciclate in collaborazione con CupCycling. Secondo Burberry, sono state riciclate oltre 11 milioni di tazze.

Noi di CoccoleBimbi siamo forti sostenitori del movimento plastic free.

Scopri ora la selezione Burberry su CoccoleBimbi.com!

No Comments Yet

Lascia un commento

Your email address will not be published.